• Nessun prodotto nel carrello.
a
  >  Bambini   >  Il bagnetto del bambino: quando e come farlo
bagnetto neonato e bambino

Il bagnetto del bambino: quando e come farlo

Il bagnetto è una pratica indispensabile per curare l’igiene del tuo bambino, ma anche un momento di coccole e intimità che andrà a rafforzare il vostro legame. Soprattutto per un neonato, ma anche per un bambino molto piccolo, può essere un momento di gioia o diventare un evento traumatico. Bastano piccole accortezze per far si che il bagnetto del neonato sia piacevole e rilassante per tutti quanti. Abbiamo così pensato di fornirvi alcuni pratici consigli che vi permetteranno di rendere il più piaevole possibile l’igiene quotidiana del vostro bambino.

Il primo bagnetto del neonato: quando farlo?

Per fare il primo bagnetto al tuo bambino è importante aspettare che sia caduto il moncone ombelicale. Di solito succede dopo 10 – 15 giorni di vita. Prima è importante pulire il neonato senza però bagnare il cordone ombelicale in modo da evitare che l’acqua ne rallenti la cicatrizzazione o favorisca infezioni. In attesa del primo bagnetto in vasca puoi utilizzare un detergente specifico da applicare con un batuffolo di cotone oppure utilizzare il getto del lavandino per lavare sederino, gambe e piedini.

Il bagnetto del bebè

Una volta caduto il moncone ombelicale potrai finalmente fare il bagnetto al tuo bambino immergendolo in acqua. Per il bebè sono da preferire le apposite vaschette perchè:

  • Sono comode per la mamma e avvolgono il piccolo facendolo sentire protetto,
  • La manutenzione, la pulizia e la disinfezione sono più agevoli e pratiche
  • Consentono di fare il bagnetto anche posizionando a terra la vaschetta e rimanendo comodamente seduti accanto al bimbo

Ecco alcune semplici regole per rendere il bagnetto del tuo bambino un momento piacevole e rilassante in cui prendersi cura di lui:

Prepara la stanza del bagnetto

La stanza in cui farai il bagnetto al tuo bambino deve essere confortevole. La temperatura non deve mai scendere sotto i 20 gradi, meglio se si aggira intorno ai 25. Se ti è possibile cerca di evitare luci troppo forti o rumori che potrebbero spaventarlo. Prepara tutto il necessario per il bagnetto in modo da vere a disposizione ogni cosa senza doverti spostare alla ricerca. Sono caldamente consigliate le apposite vaschette in polipropeline perchè, oltre ad essere comode e confortevoli, sono più facili da pulire e disinfettare. La loro particolare forma raccolta consente al bimbo, sin dai primissimi mesi, di rimanere in posizione fetale o accovacciato. A partire dal 4 mese il bimbo rimarrà seduto senza bisogno del sostegno dell’adulto. Ritroverà così la stessa sicurezza che aveva nell’utero materno. Inoltre, anche con l’utilizzo moderato di acqua, il bimbo potrà giovare di un’immersione fino alle spalle e beneficiare dell’effetto rilassante del bagnetto caldo. Scegli QUI la tua vaschetta preferita

Vaschetta Shantala Blu

L’acqua del bagnetto

La temperatura dell’acqua deve essere di circa 37 gradi, in modo da avvicinarsi il più possibile a quella del corpo. Si consiglia di sciogliere in acqua un detergente specifico per bimbi in quanto la pelle del bambino è molto delicata ed ha bisogno di attenzioni particolari.

Fare il bagnetto è una pratica di igiene indispensabile, ma anche un momento molto apprezzato dalla maggior parte dei bambini. Spesso si trasforma addirittura in un momento di gioco! E’ però importante che duri lo stretto necessario in modo da non andare a disidratare la pelle del tuo bambino. E’ buona norma applicare poi prodotti idratanti delicati e specifici.

La scelta di prodotti bio ed eco-sostenibili assicurano al tuo bambino tutta l’efficacia e la delicatezza di cui ha bisogno. Trovi QUI un’ampia gamma di prodotti biologici per far fronte a tutte le esigenze del tuo bebè.

A che ora fare il bagnetto?

Molti consigliano di fare il bagnetto alla sera, in modo da facilitare il rilassamento e conciliare il sonno. E’ preferibile in ogni caso farlo lontano dal pasto per non disturbare la digestione. Se fatto sempre alla stessa ora diventerà un piacevole rito anche se, in realtà, non c’è un’orario esatto in senso assouto, l’importante è che i genitori siano tranquilli ed abbiano il tempo necessario da dedicare al bimbo.

Come fare il bagnetto al bebè

Il bebè va immerso nell’acqua facendo passare il proprio braccio sinistro dietro le spalle sostenendo la testa in modo da averela mano destra libera per poterlo lavare. Quando il bambino sarà cresciuto diventerà tutto più facile e si potrà anche cogliere l’occasione per giocare con lui.

Post bagnetto

E’ importante non far prendere freddo al tuo bambino. Prepara a portata di mano un caldo accappatoio che ti permetterà di asciugare la pelle del piccolo senza strofinarla troppo. Presta particolare attenzione alle pieghe cutanee in modo da non lasciare zone umide. Ecco un morbido e comodo accappatoio perfetto per avvolgere il bimbo senza fargli prendere correnti d’aria.

Accappatoio per neonatoaccappatoio triangolo celeste

 

 

Accappatoio per bambini

E se il bambino non vuole fare il bagnetto?

Può succedere che il tuo bambino pianga o non apprezzi il momento del bagno. In questo caso è del tutto controproducente arrabiarsi o sgridarlo. E’ invece molto utile parlargli per rassicurarlo, farlo sentire più sicuro mettendo sul fondo della vasca un tappetino antiscivolo e cercare di catturare la sua attenzione divertendolo con giocattoli da mettere in acqua.

Perfetta, ad esempio, la paperella Alfie Junior. Un gioco pensato per poter essere afferrato anche dai più piccini. Ottimo per il bagno perchè, essendo costruito da un unico pezzo, non presenterà problemi di muffa.

Giochi bimbi Heve Alfie paperella

E tu, hai qualche accortezza speciale per rendere piacevole il bagnetto del tuo bebè?

bagnetto neonato

 

Scrivi un commento